Salerno: le nuove sfide per la città del futuro

Negli anni Salerno ha avviato un consapevole processo di trasformazione urbana, ha perseguito con determinazione un disegno di città turistica e dell’accoglienza. Si è così aperto uno spazio competitivo. Dobbiamo ora continuare a sfruttare questa opportunità per creare quel turismo 365 giorni l’anno che è alla nostra portata: ai nostri visitatori dobbiamo proporre un’offerta sempre più vasta e integrata, puntando sulle attrazioni culturali del territorio, sulle eccellenze dell’enogastronomia. Alla nostra naturale vocazione turistica dobbiamo, poi, abbinare il comparto della manifattura sostenibile. A Salerno città stiamo focalizzando la nostra attenzione su tre/quattro poli di eccellenza che coniughino processo teorico ed esperienza sul campo: nell’ambito del design, dell’agroindustria, delle energie rinnovabili. È importante, inoltre, che alla crescita economica e allo sviluppo urbano corrisponda il progresso sociale. Tale processo si può realizzare abbinando alle grandi opere tanti piccoli interventi di riqualificazione e “agopuntura” urbana.

Tutti questi aspetti contribuiscono a rendere il nostro territorio competitivo. Ed è questa la vera sfida del futuro: attrarre investimenti. Penso, a tal proposito, ad un roadshow che coinvolga l’intera provincia e che ci consenta di presentare agli investitori le enormi potenzialità del nostro territorio. La città di Salerno, in tal senso, può e deve essere maggiormente responsabilizzata, può proporsi come comune capofila di un’area vasta di un milione di abitanti. Penso che, lavorando in tal senso, si possa realmente realizzare uno sviluppo intelligente, inclusivo e sostenibile.

prov4mag1 prov4mag2 prov4mag3 prov4mag4 convegno4maggio

Salerno: le nuove sfide per la città del futuro ultima modidfica: 2016-05-04T17:09:49+00:00 da admin

Lascia un commento

 

Baronissi a testa alta

Mercoledì 27 maggio, alle ore 19.00, presso il Salone Acquarius di Baronissi, in via Gerreira, Roberto De Luca parteciperà all'incontro pubblico "Baronissi a testa alta". All'inizi[...]